roberto

Dalle luci della City alle Fiaccole di Abbadia: la scelta di Roberto

fabbrini roberto 3C’è chi sostiene che Il Monte Amiata è come una madre: se nasci qui, quel profilo te lo porti nel cuore e non puoi proprio farne a meno. Per Roberto è stato così.

Dalla terrazza che si apre sul tetto dell’Hotel Fabbrini che lui gestisce con la sua famiglia, la vetta dell’Amiata pare proprio di toccarla con la punta delle dita. Ci si trova davanti a un paesaggio imponente, ma al tempo stesso intimo. Un paesaggio che profuma di libertà.

Così come profuma di libertà la storia di Roberto: poco più che ventenne è lui che oggi tiene saldamente le redini dell’impresa familiare con determinazione e preparazione.

Fino a due anni fa le sue prospettive erano altre. Dopo aver brillantemente terminato gli studi universitari per lui si apriva la possibilità di una promettente carriera di consulente finanziario. Aveva già un posto di lavoro in una grande città italiana e presto avrebbe potuto trasferirsi all’estero. Per un po’ ha vissuto da “pendolare”. Finito il lavoro, tornava al suo hotel per aiutare le nonne Anna e Giuliana e mamma Manuela.

Ma alla fine, tra le luci abbaglianti della City e le Fiaccole più intime di Abbadia San Salvatore non ha avuto dubbi.

Roberto ha scelto la sua montagna e, soprattutto, ha scelto il suo hotel che gestisce con amore e passione.

Hotel Abbadia San Salvatore Foto Hotel Fabbrini (5)“La leggenda dice che una volta qui c’era una locanda – racconta Roberto -. Poi, nel dopo guerra, grazie anche allo sviluppo della miniera, furono costruire le prime camere. Grazie a mio nonno (Roberto anche lui), nacque la pensione Fabbrini. La struttura ha poi subito molte modifiche e oggi ha luogo in una villa padronale circondata da un bellissimo giardino”

“Abbiamo 35 camere ma il punto di forza – continua Roberto – è il ristorante, da sempre molto rinomato. Lo gestisce Loriana, la nostra cuoca, che è capace di vere meraviglie. Sono cresciuto con la sua pasta fatta in casa e le sue torte. Hotel Abbadia San Salvatore Cucina Tradizionale (12)Sin da bambino tornavo da scuola e c’erano le sue merende. E poi c’erano i clienti. Adoro conoscere sempre nuova gente. Insomma, per me l‘hotel era casa ma anche gioco”.

“Quando ho scelto di trasferirmi definitivamente qui qualcuno si è meravigliato e mi ha chiesto incredulo perché – sorride Roberto -. Allora rispondo: ma non basta guardarsi intorno? Questo posto è a misura d’uomo, è un luogo vero vissuto da gente vera. Dove sono veri i sapori, i profumi, le tradizioni. Io sono un ragazzo fortunato perché ho potuto scegliere ciò che faceva per me, ovvero una vita all’insegna della qualità e di un mondo di “valori buoni” che sento il dovere di difendere, tramandare e condividere. Anche e soprattutto con chi sceglie l’Hotel Fabbrini”.

Hotel Fabbrini

Via Cavour 53 -Abbadia San Salvatore – 53021 Siena

Telefono  0577 779911

www.hotelfabbrini.com

Condividi:

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Nome *
Email *
Sito web