Museo2

Tra invasioni digitali e nuovi percorsi museali: un venerdì al Parco Museo Minerario

0001(1)Venerdì 20 aprile il Parco Museo Minerario ospiterà l’evento “Invasioni digitali”, l’appuntamento annuale che unisce il mondo della cultura a quello social e che si snoderà in un calendario di eventi fino al 6 maggio, coinvolgendo ben sei musei della Fondazione Musei Senesi.

L’appuntamento di venerdì al Parco Museo sarà alle 10.30, quando tutti gli “Invasori” potranno accedere alle sale del museo e visitare in anteprima anche i nuovi itinerari in esterna. L’invasione si articolerà in tre percorsi, i quali comprenderanno la visita guidata e un gioco a quiz con domande di argomento “minerario”, oltre ovviamente all’invasione libera delle sale interne del Museo.

L’evento è stato realizzato in collaborazione con i ragazzi dell’alternanza scuola-lavoro dell’IIS Avogadro di Abbadia e proprio gli studenti saranno tra i protagonisti, con oltre 150 ragazzi delle classi I, II e III che parteciperanno all’invasione.

Le Invasioni Digitali rappresentano delle nuove forme di divulgazione del patrimonio culturale e favoriscono un nuovo  rapporto tra il museo e il visitatore, non più passivo, ma basato sulla partecipazione e il coinvolgimento diretto del pubblico, specialmente quello giovane. Il museo si trasforma per un giorno in un luogo da “invadere” pacificamente, per scoprire i suoi tesori e renderli accessibili a tutti tramite la condivisione in rete di dati e immagini.locomotore 02b

Per partecipare all’Invasione,  è sufficiente armarsi di una macchina fotografica o di uno Smartphone  e visitare il museo alla ricerca dell’opera più suggestiva o del dettaglio più accattivante, scattare una fotografia e pubblicarla sulle pagine Facebook e Instagram, senza dimenticare l’hashtag #invasionidigitali.

L’evento si inserisce all’interno del progetto “Museum Angels – Giovani in museo per una nuova cittadinanza attiva della cultura” ed è organizzato dai volontari del Servizio Civile Regionale di Fondazione Musei Senesi.

Gli invasori sono esonerati dal pagamento del biglietto d’ingresso al museo.

 

Condividi:

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Nome *
Email *
Sito web